Economia

Reddito di cittadinanza: cosa fare se si cambia residenza?

Hai il reddito di cittadinanza e hai cambiato residenza? Ti mostriamo cosa fare per evitare di perderlo una volta cambiata la residenza.

Cambio di residenza: cosa fare con il reddito di cittadinanza?

Colui che richiede il reddito ha diverse responsabilità.

Bisogna comunicare puntualmente se si dovessero effettuare cambiamenti all’interno del nucleo familiari, sempre che rientrano nel periodo in cui si usufruisce del reddito.

È essenziale chiarire come comportarsi nel caso in cui tutta la famiglia dovesse cambiare residenza oppure che solo uno dei membri la dovesse cambiare.

Per evitare che venga rimosso il reddito, ci sono delle misure da effettuare, come quello di comunicare correttamente il nuovo indirizzo di residenza,

Analizziamo, dunque, cosa bisogna fare se si dovesse cambiare residenza e quali sono i procedimenti per non fare errori.

Da leggere: Reddito di cittadinanza per tre anni: ecco come fare domanda

Cosa fare se tutta la famiglia cambia residenza?

Se tutto il nucleo familiare dovesse cambiare residenza, ci sono delle osservazioni da fare per sapere come procedere.

In primis bisogna informarsi sul nuovo immobile da acquistare, ovvero se ha degli impatti sul patrimonio del nucleo sul patrimonio immobiliare del nucleo familiare, ad esempio nel caso in cui la nuova abitazione sia di proprietà.

Ricordiamo, che per usufruire del Reddito di Cittadinanza l’immobile, ovvero la prima casa, non debba superare i 30.000€.

Da leggere: Reddito di cittadinanza: Cambiano i requisiti per l’ISEE

Come fare la chiesta:

Grazie al modulo SR181 COM-Esteso, bisogna indicare entro 15 giorni ogni cambiamento dell’immobile per evitare di perdere i requisiti.

Se si dovesse cambiare residenza dopo aver acquistato una seconda casa che superi la soglia fissata, è necessario presentare il modello COM-Esteso.

Tale modello serve a certificare che si sono persi i requisiti per usufruire del reddito.

Non è obbligatorio, presentare questo modello se il cambio della residenza non deve essere avere nessun impatto del patrimonio della casa.

È importante sottolineare che bisogno comunicare ogni avvenuto cambiamento. Rispetto alla residenza cambiata c’è un Cpl che se ne occupa.

Grazie alla comunicazione del cambiamento della residenza, il tutto verrà inviato all’INPS.

Un informazione riguardo ciò è che l’Istituto, mesi fa, ha emanato un circolare su cosa fare in queste condizioni comunicando uno specifico portale a disposizione per poter modificare dati personali.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Tags

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker