Coronavirus (COVID-19) NewsAttaulità e News

Maturità 2021, come varia l’esame di Stato? Le novità

Maturità 2021, cosa cambia e quali sono le novità? Una cosa certa per quanto riguarda l’esame di maturità  è il forte condizionamento che avrà a causa della pandemia.

Lucia Azzolina, ovvero la ministra dell’Istruzione, ha annunciato l’intenzione di voler proporre nuovamente un esame semplificato, come quello dell’anno precedente, un un’ora di esame ora che include anche la parte dello scritto.

I risultati si sapranno entro lunedì primo febbraio per sapere meglio come si svolgerà l’esame di stato.

Maturità 2021, cambia l’esame di Stato: le ipotesi

Maturità 2021

Quindi a causa di questa pandemia, i maturandi 2020/21 troveranno un esame semplificato e decisamente più corto.

Di conseguenza non si avrà la tipica prova scritta con l’orale e ben due scritti, però una decisamente più corta e semplice.

Ci sarà però un’interrogazione della durata di circa un’ora, dove saranno inclusi gli scritto dell’indirizzo a cui si appartiene, per i licei latino o greco (se classico) oppure fisica o matematica (se scientifico).

Il PD però non è d’accordo con la ministra, in quanto si vorrebbe reintrodurre almeno la prima prova di italiano per gli studenti.

Però, a contrario dell’anno scorso, la DAD è parte integrante della routine quotidiana scolastica, e di conseguenza non ci saranno sconti sulle bocciature in tutte le classi.

Da leggere:  Bonus anti-covid 2020: finisce la stagione delle indennità

Come non si risparmieranno persone sulle non ammissioni alla prova finale.

Per essere in grado di partecipare alla prova di Maturità bisogna assolutamente ottenere un giudizio positivo agli scrutini.

E di conseguenza bisogna almeno ottenere un sei come voto, ed il 5 non sarà sufficiente.

E’ stata inserita una delega all’interno della legge di bilancio per essere in grado di intervenire con un’ordinanza ad hoc.

Maturità 2021, maxiorale e bocciatura, Azzolina: "Dobbiamo dare certezze agli studenti"

Maturità 2021, cambia l’esame di Stato: le novità

Invece non ci saranno difficoltà per quanto riguarda la definizione delle commissioni.

Infatti saranno interne e composte dai professori che sono stati in grado di valutare gli studenti per tutto l’anno scolastico, e come membro esterno solamente il presidente.

Come per l’anno scorso anche le prove Invalsi non varranno per l’ammissione, però l’Istituto di valutazione potrebbe comunque sottoporre gli studenti a una sorta di verifica per capire i livello di preparazione generale dopo più di un anno di Dad.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.