Permesso di soggiorno

Fotosegnalamento dello straniero per il permesso di soggiorno

Il Fotosegnalemento dello straniero per l’ottenimento del permesso di soggiorno è uno dei passaggi fondamentali per poter soggiornare legalmente sul suolo Italiano. Vediamo quando si fa e a cosa serve!

Che cos’è il fotosegnalamento?

Il fotosegnalamento consiste nell’attività volta a rilevare e riportare i connotati, i contrassegni, le impronte digitali/palmari, dal soma di un individuo, con cui si sono interfacciate le forze dell’ordine per un dato motivo, su cartellini/modelli predisposti dal Ministero dell’Interno e conformi a standard internazionali.

Il fotosegnalamento allo scopo identificativo:

I rilievi nei confronti dei migranti sono previsti dal T.U. dell’Immigrazione in tre principali situazioni:

1. Caso è previsto dall’articolo art. 6 co. 3 dlgs 286/98:

Art. 6 D. Lgs. 286/98 – comma 3 Lo straniero che, a richiesta degli ufficiali e agenti di pubblica sicurezza, non ottempera, senza giustificato motivo, all’ordine di esibizione del passaporto o di altro documento di identificazione, e del permesso di soggiorno o di altro documento attestante la regolare presenza nel territorio dello Stato è punito con l’arresto fino ad un anno e con l’ammenda fino ad euro 2000. (art. 1 comma 22 lettera h).

Da leggere:  Permesso di soggiorno illimitato e in attesa occupazione 2020

Ciò significa che gli stranieri hanno il dovere di circolare sempre in possesso di un documento d’identità e del titolo autorizzativo per la permanenza sul territorio nazionale.

2. Caso è previsto in sede di rilascio/rinnovo del permesso di soggiorno:

La L. 189/2002 Prevede che al momento del rilascio e/o rinnovo del permesso di soggiorno, le autorità effettuino tutti i rilievi segnaletici.

Il cittadino straniero che intende ottenere un permesso di soggiorno, per soggiornare regolarmente in Italia deve recarsi in questura dopo aver presentato la richiesta per lasciare foto e impronte digitali che sono assolutamente personali.

Questo significa che in questo caso non si può delegare nessuno ma, è strettamente necessaria la presenza del soggetto che richiede il permesso di soggiorno.

3. caso è previsto in funzione delle S.O.P:

Il fotosegnalamento è anche uilizzato in ambito Hot-Spot oppure all’interno delle strutture penitenziarie, grazie al combinato disposto dall’art. 41 dell’Ordinamento Penitenziario con l’art. 23 DPR 230/2000.

Il legislatore, intervenendo per dare concreta esecuzione al trattato di Prum, in funzione del combinato disposto tra l’art. 9 della l. 85/2009 e l’art. 5 del DPR 87/2016, rende de facto obbligatorio i rilievi segnaletici per i casi di arresto, fermo indiziato di delitto, comminazione di misure limitanti la libertà personale e, come accennato, ingresso in strutture penitenziarie.

Da leggere:  Conversione visto turistico in permesso di soggiorno per lavoro

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.