Coronavirus (COVID-19) NewsAttaulità e News

Capodanno 2020 dopo il decreto: dopo Natale ci saranno ancora le restrizioni?

Per il periodo di Natale, il governo sembrerebbe approvare l’idea di diminuire le restrizioni, ma per capodanno 2020 dopo il decreto di potrà di nuovo uscire?

A quanto pare il nuovo anno ci saranno restrizioni ancora più rigide rispetto al giorno di Natale.

Di prevede, infatti, il rischio di una terza ondata ancora più forte della seconda.

Capodanno 2020 dopo il decreto: come sarà?

Capodanno 2020 dopo il decretoAttualmente tutte le attenzioni sono per il giorno di Natale, ma nessuno si preoccupa di cosa si potrebbe fare per il giorno di capodanno.

Infatti, ci sono molte notizie per quanto riguarda la festa per il Natale.

Sembrerebbe che per il Natale ci possano essere meno restrizioni che ci sono ad oggi per poter fare dei festeggiamenti sobri.

Infatti, si pensa di poter riaprire i ristoranti e i bar, ma anche il fatto di cancellare o spostare l’orario del coprifuoco.

Ricordiamo che già per il decreto previsto il 3 dicembre ci saranno alcune nuove regole da seguire.

Rischio terza ondata a Natale:

Tutte queste nuovi “permessi” dovranno essere contratti al fine di non causare eventuali contagi.

Bisogna continuare a mantenere la situazione sotto controllo soprattutto ora che la situazione sta migliorando per l’Italia.

Da leggere:  Anticipo pensioni Dicembre 2020 e bonus tredicesima

Capodanno 2020 dopo il decreto
É proprio il periodo natalizio che si prevede il rischio di un terza ondata.

Il governo andrà a chiarire il fatto che, normalmente si tende a festeggiare all’interno del nucleo famigliare.

Infatti a si dovrà chiarire come si dovrà festeggiare in questo periodo di piena pandemia e di seconda ondata.

Il discorso è differente per il Capodanno dove si andrebbero a formare ancora più assembramenti.

Si teme che aprendo le possibilità di festeggiare capodanno, si andrebbe a far ripetere ciò che è già accaduto precedentemente durante l’estate.

Per questo, il governo italiano sta pensando che per capodanno non ci sarà ne una sospensione ne proroga del coprifuoco.

Capodanno ai tempi del Covid: no assembramenti!

Si dovrà rinunciare per il 2020 di dire addio con un capodanno in piazza o nei locali.

Capodanno 2020 dopo il decreto
Attualmente ancora non si è deciso nulla, ma il governo vuole vedere prima come sia la situazione sanitaria per poter prendere decisioni.

Ma l’idea di poter festeggiare capodanno tutto insieme e nelle piazze sembra un idea molto lontana.

Anche per il giorno di Natale ci saranno degli allentamenti delle restrizioni del decreto.

Già dopo il giorno di santo Stefano di prevede il ritorno delle misure che saranno ancora più restrittive.

Ciò porterebbe ad evitare le precedenti situazioni a cui si è già assistito nel periodo estivo.

Da leggere:  Nuovo decreto dicembre 2020: stop a tutti i viaggi all’estero. Ecco tutte le restrizioni!

Come ad esempio, per il coprifuoco a Natale si pensa ad uno slittamento dell’orario.

Ciò darebbe alle famiglie la possibilità di potersi trovare per la famosa cena della vigilia.

Ma per i giorni successivi a Natale, la situazione andrà cambiarsi e si tornerà ad avere le restrizioni di sempre o forse ancora più severe.

Buone notizie: Conte spera di poter allentare la presa per Natale, decisivi i dati al 2 Dicembre

Ricordiamo che oltre a non poter festeggiare nelle piazze e nei locali, non si potranno effettuare feste in casa con amici e famigliari.

Facendo così si pensa di poter far fronte e evitare una terza ondata.

Quindi, per capodanno si pensi ad un festeggiamento ristretto anche per i ristorianti e locali che vedono i rischi di assembramenti.

Per il giorno di Natale, il governo prevede la riapertura dei ristoranti ma diversamente accadrà per capodanno.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.