Bonus

Bonus facciate 2020: Cos’è e come funziona | Stranieri d’Italia

Bonus facciate 2020 – La nuova Legge di Bilancio 2020 e il decreto fiscale 2020, fa si che i contribuenti da quest’anno, possano beneficiare anche di una nuova detrazione IRPEF 2020.

Il nuovo bonus casa 2020 si chiama bonus facciate allo scopo di rinnovare con le città.

I contribuenti, potranno usufruire di un’esenzione del 90% in caso di interventi di restauro degli esterni degli edifici condominiali e non, per trarre vantaggio di un rimborso pari al 90% della spesa sostenuta nel 2020.

Da leggere: Bonus casa 2020 (Novità agevolazioni casa) | Stranieri d’Italia

Cos’è il bonus facciate 2020?

Come è stato previsto dalla Legge di Bilancio 2020 e dal decreto fiscale 2020, è stato fatto un nuovo bonus fiscale chiamato bonus facciate 2020 che prevede una riduzione del 90%. Questo per chi ristruttura facciate di edifici condominiali e non, a partire dal 2020.

Con il bonus facciata 2020 spetta quindi una detrazione pari al 90% delle spese sostenute.

In base al testo della Legge di bilancio 2020 presentato al Senato, è confermato l’avvio del cd. bonus facciate oltre alla conferma dei bonus per la casa (come ecobonus, sismabonus, bonus mobili, ristrutturazione edilizia).

Le spese documentate e sostenute nell’anno 2020, relative agli interventi edilizi, inclusi quelli di manutenzione ordinaria, finalizzati:

  • Al recupero della facciata;
  • Al restauro della facciata,
  • Possono essere portate in detrazione dalle tasse.

Legge di bilancio 2020: Bonus facciate!

In seguito all’emendamento dei relatori depositato presso la commissione Bilancio del Senato, e poi autorizzato definitivamente nella Legge di Bilancio 2020, il bonus facciate 2020 è stato modificato così:

  • In una delle ultime versioni, il bonus facciate è diventato un bonus autonomo, ovvero per cui sganciato da qualsiasi riferimento al bonus ristrutturazioni.
  • Questo bonus non potrà in alcun modo essere applicato agli interventi sugli impianti, come pluviali o cavi: ammessi al bonus solo gli interventi relativi a «strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi». In altre parole, vengono esclusi tutti gli impianti e gli elementi, come gli infissi.
  • Il bonus facciate 2020 non potrà essere ammesso in alcune aree a bassa intensità di urbanizzazione. Praticamente secondo la nuova formulazione, l’ipotesi di detrazione sarà limitata alle spese per edifici esistenti ubicati in «zona omogenea». A o B di conseguenza ciò da la possibilità di far rientrare nel bonus una grandissima parte delle città fatta eccezione per le zone C, ossia aree destinate a nuovi complessi insediativi con bassa densità di urbanizzazione. Qualche immobile residenziale, insomma, resterà tagliato fuori.
  • Ne venne introdotto un’altro di correttivo riguardante l’allineamento tra la disciplina del bonus facciate e l’ecobonus per il cappotto termico. Questa nuova versione lascia invariato lo sconto per i casi di pulitura o tinteggiatura esterna che rimane quindi al 90%. Nel caso in cui però, si decidesse di ritoccare l’intonaco di almeno il 10% della facciata, sarà obbligatorio rispettare requisiti di efficienza energetica e di trasmittanza che, di fatto, indurranno molti a scegliere di realizzare un cappotto termico. Sul rispetto dei requisiti ci saranno controlli a campione
  • Il bonus facciate 2020 del 50% è stato dilatato ai titolari di redditi di impresa e di lavoro autonomo. Riguarda, pertanto, di alberghi e società che possiedono immobili ad uso strumentale.

Come funziona e quali sono i requisiti?

Il bonus facciate 2020 è stato previsto quale nuova misura all’interno del pacchetto dei bonus casa 2020, i cui interventi sono stati tutti prorogati per un altro anno.

In particolare la proroga delle detrazioni fiscali è stata riconosciuta nel 2020 su:

  • Ristrutturazioni;
  • Riqualificazione energetica;
  • Adeguamento antisismico;
  • Acquisto di mobili ed elettrodomestici;
  • Il bonus verde di balconi, giardini, terrazzi non è stato prorogato.

Tornando al bonus facciata 2020 ricordiamo che:

  • La detrazione delle spese è pari al 90%;
  • Vale solo per le spese 2020;
  • In base alle ultime notizie, potrebbe essere inserito il limite di spesa a 192.000 euro;
  • Potrà anche essere riconosciuta anche in caso di manutenzione ordinaria, per cui sarà sufficiente tinteggiare di nuovo la casa per usufruire del bonus;
  • il bonus facciate sarà cumulabile con altre misure di risparmio energetico, per cui ad esempio si potrà ritinteggiare la facciata e allo stesso tempo intervenire con lavori agevolabili con l’Ecobonus.

Come funziona la detrazione del 90%?

Il bonus facciata 2020 nuova detrazione 90% delle spese sulle ristrutturazioni è una nuova agevolazione che consentirà alle città italiane di tornare a nuovo splendore.

Dal 2020 il bonus facciate spetta a chi effettua lavori di ristrutturazione nel centro storico, nelle grandi città, in periferia o nei piccoli comuni, di:

  • Facciata di una casa privata;
  • facciata del condominio,
  • La detrazione al 90% delle spese sostenute per questo tipo di interventi è una degli sgravi più corposi dei bonus casa oggi riconosciuti, anche se non sono chiari però i limiti di importo, e quali le spese specifiche ammesse in detrazione fiscale.

Le spese ammesse al bonus facciata 2020 dovrebbero comprendere:

  • Intonacatura;
  • Verniciatura;
  • Rifacimento di ringhiere;
  • Decorazioni;
  • Marmi di facciata;
  • Balconi.

Il Bonus facciate è ammesso nelle zone A e B del Ministro dei lavori pubblici:

  1. La prima include le parti del territorio che sono interessate da agglomerati urbani, che rivestono carattere storico, artistico o di particolare pregio ambientale o da porzioni di essi, comprese le aree circostanti che possono considerarsi parte integrante, per tali caratteristiche, degli agglomerati stessi;
  2. La seconda, invece, include le altre parti del territorio edificate, anche solo in parte, considerando tali le zone in cui la superficie coperta degli edifici esistenti non è inferiore al 12,5% della superficie fondiaria della zona e nelle quali la densità territoriale è superiore a 1,5 mc/mq.

Bonus facciate 2020 spese escluse: Guida dell’Agenzia delle Entrate

Il bonus facciate 2020 non può essere applicato agli interventi sugli impianti, come pluviali o cavi. Ammessi al bonus solamente gli interventi relativi a «strutture opache della facciata, su balconi o su ornamenti e fregi».

In base alle ultime modifiche approvate al Senato, sono escluse dal bonus facciate le seguenti spese:

  • Impianti di illuminazione;
  • Impianti pluviali;
  • Cavi tv.

Bonus facciate e proroga bonus casa in Legge di Bilancio 2020:

La proroga di 1 anno è per tutto il pacchetto degli sconti dedicati ai lavori in casa per cui:

  • Bonus ristrutturazioni 2020: detrazione del 50% per una massimo di spesa pari a 96.000 euro, da suddividere in 10 quote annuali di pari importo estesa anche ad altri tipi di intervento.
  • Bonus verde, con detrazione al 36% per la riqualificazione urbana con interventi agevolabili per i privati e condomini per terrazzi, balconi e giardini e per chi finanzia lavori per il verde pubblico, NON è stato prorogato.
  • Ecobonus 2020: detrazione o sconto pari al 65% o 50% per tutti coloro che effettuano interventi di risparmio energetico, per un massimo di spesa pari a 100 mila euro da suddividere sempre in 10 anni.
  • Bonus caldaie: in vigore il nuovo bonus caldaia a condesazione.
  • Bonus mobili: agevolazione che prevede una detrazione pari al 50% per le spese sostenute per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici, sarà riconfermata per il 2020.
  • Sismabonus: detrazione fino all’85% per chi effettua interventi su tutto l’edifico di risparmio energetico o di adeguamento sismico con il cd. sismabonus. Per il sismabonus, si parla anche di una possibile estesione dell’agevolazione ai capannoni e alle imprese.
  • Bonus unico condomini: solo per i lavori di riqualificazione energetica condominiali, sismabonus + ecobonus, con detrazione spese all’80% o 85%, a seconda del grado di riduzione del rischio raggiunto con gli interventi stessi.
  • Il bonus zanzariere e tende anti-insetto se dotate di schermature solari.
  • Bonus tende da sole e bonus tende da interni: detrazione IRPEF pari al 50%.
  • Il bonus finestre ed infissi: agevolabile sia con l’Ecobonus che con il bonus ristrutturazioni. In entrambi i casi la detrazione o lo sconto delle spese è al 50%.
  • Bonus condizionatori con detrazione o sconto immediato sul prezzo di vendita grazie al decreto Crescita.

I nostri visitatori hanno letto anche:

BONUS FACCIATE 2020 Guida Agenzia delle Entrate

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.