Attaulità e News

Assicurazione auto a km: Quando conviene?

L’ Assicurazione auto a km è conosciuta anche come assicurazione a chilometri o assicurazione auto a consumo.

In questo breve articolo vediamo insieme le caratteristiche di questa tipologia di polizza che deriva dalla formula inglese (Pay per use).

Assicurazione auto a km: Di che cosa si tratta?

L’ assicurazione a chilometri è una tipologia di assicurazione che permette al contraente di pagare una tariffa RC auto personalizzata e proporzionale al numero di km che stima di percorrere con la propria auto nell’arco dell’anno.

Si tratta principalmente di una soluzione ideale per colo che guidano poco.

L’assicurazione auto a Km è una valida alternativa alla polizza tradizionale per chi, in media, per esempio percorre fino a 5.000 Km in un anno.

5.000 Km è quindi la soglia consigliata se si vuole davvero risparmiare sull’assicurazione. Se si supera la soglia i vantaggi si riducono.

Assicurazione auto a km: Come funzione?

L’assicurazione a km prevede che sul veicolo venga installata la nota scatola nera, un dispositivo introdotto con il DDL Concorrenza e che sta avendo un certo successo tra gli automobilisti, in quanto abbassa i costi dell’RC auto.

Da leggere:  Decreto Ristori ter e quater: ecco i buoni spesa e i bonus per le famiglie

La scatola nera o black box è un dispositivo corredato da un rilevatore GPS, che registra tutti i movimenti dell’auto grazie al sistema satellitare e serve anche per conteggiare i km percorsi.

La scatola nera viene data in comodato d’uso e il costo del noleggio è incluso in quello dell’assicurazione, ma è comunque ridotto e non incide in modo importante sulla spesa finale

Assicurazione a chilometri: Tipologie di polizza

Le varie assicurazione possono offrire diverse soluzioni di stipula e di calcolo del corrispettivo da pagare come premio assicurativo:

  • Un contratto che prevede il pagamento della copertura assicurativa commisurata ai chilometri effettivamente percorsi;
  • Una polizza assicurativa che identifica solo una fascia di chilometri Se si superano i chilometri stabiliti, occorrerà pagare un conguaglio; se invece non si arriva alla soglia minima, si verrà rimborsati in modo proporzionale;
  • Parte fissa, parte a consumo: in questa tipologia di assicurazione, il premio viene diviso in una somma fissa e in una somma che viene stabilita a posteriori, in base ai Km effettivamente percorsi dal veicolo.

Alcuni contratti di assicurazione auto a km prevedono una contabilizzazione differenziata della percorrenza, a seconda:

  • Di dove e quando vengono percorsi i chilometri;
  • Delle zone e le fasce orarie a maggior rischio sinistri.

Quanto costa l’assicurazione auto km?

Come abbiamo già detto nei paragrafi precedenti, il costo dell’assicurazione auto a km cambia a seconda km annuali che il contraente dichiara di fare nel corso di un anno.

Da leggere:  Decreto rilancio, Gazzetta ufficiale (l'ultima versione in pdf)

Ovviamente se sii superano i chilometri stabiliti si dovrà pagare un costo aggiuntivo.

I nostri visitatori hanno letto anche: 

 

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.