ALTRO!

Naspi 2021 e dimissioni volontarie: Come funziona?

Naspi 2021 e dimissioni volontarie – Si può accedere al diritto dell’assegno mensile di disoccupazione Naspi in alcuni casi di dimissioni volontarie o di risoluzione consensuale del rapporto di lavoro, anche successivamente ad accordi collettivi aziendali.

In questo breve articolo vediamo di capire di più cosa prevede la legge italiana in materia!

Naspi 2021 e dimissioni volontarie: In quali casi?

Secondo la normativa attuale lo stato di disoccupazione deve essere involontario, quindi accaduto fuori dalla propria volontà.

Esistono dei casi specifici in è possibile però richiedere la naspi 2021 anche con le dimissioni volontarie:

  • Dimissione per giusta causa;
  • Dimissioni intervenute durante il periodo tutelato di maternità,
  • Risoluzione consensuale a seguito del rifiuto del lavoratore di trasferirsi presso altra sede della stessa azienda distante più di 50 chilometri dalla residenza del lavoratore e/o mediamente raggiungibile con i mezzi pubblici in 80 minuti o più;
  • Licenziamento con accettazione dell’offerta di conciliazione di cui all’articolo 6, decreto legislativo 22/2015;
  • Licenziamento disciplinare.

Naspi 2021 e dimissioni volontarieDimissioni per giusta causa e Naspi: Esempi pratici

Ecco alcuni esempi dei casi in cui il lavoratore può appellarsi alla “giusta causa” per recedere immediatamente il contratto senza perdere l’assegno di disoccupazione:

  • Mancato pagamento della retribuzione per almeno due mensilità;
  • Molestie sessuali a lavoro;
  • Peggioramento ingiustificato delle mansioni lavorative;
  • Mobbing;
  • Notevoli variazioni delle condizioni di lavoro;
  • Spostamento della sede di lavoro senza ragioni tecniche, organizzative e produttive,
  • Non sono stati versati i contributi previdenziali (omesso versamento)
Da leggere:  Facebook login accesso diretto: Come fare?

Quando si deve richiedere Naspi 2021 e dimissioni volontarie per giusta causa, bisogna ompila un modulo telematico, selezionando l’opzione “dimissioni per giusta causa” sul sito dell’INPS.

Naspi 2021 e dimissioni volontarie: Maternità e Naspi

La circolare INPS 94/2015, si esprime in materia di dimissioni volontarie durante il periodo di maternità.

Le dimissioni durante la maternità prevedono un iter diverso rispetto a quello della normale risoluzione consensuale del rapporto di lavoro.

La lavoratrice che si dimette nel periodo tutelato dalla maternità, in base all’articolo 55 del dlgs 151/2001, deve far convalidare le dimissioni dalla direzione territoriale del lavoro competente.

Solo dopo la convalida delle Dtl, le dimissioni diventeranno effettive e a quel punto potrà presentare la domanda di NASpI.

I nostri visitatori hanno letto anche:

Via
www.ilpatronato.it/

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.