CITTADINANZA ITALIANA

Cittadinanza italiana a 18 anni: Come richiederla?

Cittadinanza italiana 18 anni : Molti stranieri ritengono che se il loro figlio nascerà in Italia sarà automaticamente cittadino italiano. Anche se è vero che in altri ordinamenti, come quello degli Stati Uniti o quello di alcuni Paesi europei come la Francia è prevista una legge che concede la cittadinanza a tutti i bambini che nascono sul loro territorio, in Italia purtroppo non è cosi

Infatti la legislazione italiana oggi in vigore prevede che solo in casi eccezionali  il bambino nato in Italia da genitori che non siano a loro volta cittadini italiani possa ottenere la cittadinanza.

Attualmente la cittadinanza italiana è regolata dalla legge 5 febbraio 1992, n. 91 (e relativi regolamenti di esecuzione: in particolare il DPR 12 ottobre 1993, n. 572 e il DPR 18 aprile 1994, n. 362) che, a differenza della legge precedente, rivaluta il peso della volontà individuale nell’acquisto e nella perdita della cittadinanza e riconosce il diritto alla titolarità contemporanea di più cittadinanze.

Acquistare la cittadinanza italiana automaticamente per nascita :

  • Può acquisire la cittadinanza italiana a 18 colui i cui genitori siano ignoti o apolidi o non trasmettano la propria cittadinanza al figlio secondo la legge dello Stato del quale sono cittadini (art. 1, comma 1, lettera b legge n. 91/92);
  • Può acquisire la cittadinanza italiana a 18 il figlio di immigrati nati in Italia e che abbiano vissuto ininterrottamente fino all’età di 18 anni nel nostro paese.

Documenti da presentare per la cittadinanza per nascita :

  •  Ricevuta del pagamento del contributo pari a € 200 sul c.c. 809020 intestato al Ministero dell’Interno;
  • passaporto in corso di validità;
  •  copia integrale dell’atto di nascita del richiedente;
  •  permesso di soggiorno: in caso di periodi di interruzione nel titolo di soggiorno, il richiedente potrà presentare documentazione attestante comunque la presenza in Italia (es. certificazione scolastica, medica e altro);
  • certificato storico di residenza. In caso di iscrizione anagrafica tardiva del minore presso un Comune italiano occorre presentare una documentazione che attesti la permanenza del minore in Italia nel periodo antecedente la regolarizzazione anagrafica (es. certificati medici).

Per i bambini che non rientrano i questi categorie possono beneficiare della cittadinanza grazie ad altre leggi :

  • Il bambino acquista la cittadinanza quando uno dei genitori a sua volta l’acquisisce 
  • Una volta raggiunta la maggiore età, se non è nato sul territorio italiano può richiedere la cittadinanza italiana per residenza, 

Per maggiori informazioni visita il sito del Ministero dell’Interno

Leggi di più:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comInstagram per ulteriori aggiornamenti ♥

Tags

KM

Attraverso questo sito, vogliamo mantenervi aggiornati sul tema dell'immigrazione, della cittadinanza italiana e dell'integrazione degli stranieri all'interno della nostra società.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker