Bonus

Bonus 300 euro per Bancomat: incentivi per chi paga con la carta e online

Con il bonus 300 euro per bancomat partono gli incentivi dal mese di settembre 2020. Vediamo come funziona il rimborso e gli eventuali acquisti consentiti online.

Si ha intenzione di ridurre sempre più l’uso del contante introducendo sempre più l’utilizzo della carta.

Sono previsti eventuali rimborsi, il cashbanck, ma con certo limiti ancora da stabilire.

Da dicembre 2020 il Bonus 300 euro per Bancomat:

Avrebbe inizio a partire da dicembre 2020 o almeno questa è l’intenzione del Governo Conte.

Bonus 300 euro per Bancomat
Bonus 300 euro per Bancomat

L’inserimento di questo bonus, ha come obbiettivo quello di diminuire l’utilizzo del contante per combattere la lotta dell’evasione fiscale.

Il bonus si aggiungerà ad altri incentivi che hanno lo stesso scopo.

Altri che hanno il credito di imposta del 30% sulle commissioni per le transazioni con strumento tracciabile ed è già attivo dal primo luglio 2020.

Si è preferito abbassare la soglia dei contanti a 1.999 euro fino a dicembre 2021 e si prevede un alzamento dei pagamenti con contactless ( 50 euro a partire da gennaio 2021)

Come funziona il cashbanck?

Vi chiederete come funzioni il bonus 300 euro, si tratta di un rimborso pari al 10% su una spesa del valore di 3 mila euro all’anno.

Da leggere:  Infratel bonus pc (cos'è e come richiederlo) | Stranieri d'Italia

Si riceverebbe, quindi, il rimborso di 300 euro per coloro che acquistano con carte o pagamenti elettronici.

Per cui il cashbanck si tratta nell’accreditare una somma in base alla spesa che si fa per l’acquisto di certe spese e servizi.

Quali sono i limiti che saranno introdotti?

Non si è ancora a conoscenza della spesa che si potrà fare beneficiando del cashbanck.

Si pensa anche di togliere o negozi online, cosa che risulta improbabile in quanto a causa della lotta dell’evasione, l’interesse sarebbe quello di spingere i consumi.

Non si ha certezze anche su come sarà accreditato, se con versamento diretto o detrazione fiscale.

In più, per poter beneficiare del bonus, occorre che si crei un’apposita piattaforma per contate il rendimento delle spese effettuate.

Potrebbe nascere una sezione su PagoPa (le Banche potrebbero attrezzarsi per fornire il servizio ai propri clienti).

I nostri visitatori hanno letto anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comGoogle News Per rimanere aggiornato e ricevere i nostri ultimi articoli e novità ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Detected

Se ti piacciono i nostri contenuti, supporta il nostro sito disabilitando il blocco degli annunci.