TurismoVARI ARGOMENTI

Visto per gare sportive in Italia : che cos’è e come ottenerne uno?

Visto per gare sportive in Italia è destinato a coloro che vogliono partecipare a una serie di competizioni o ad una serie di manifestazioni sportive, sia a carattere professionale che dilettantistico,agli allenatori, direttori tecnico-sportivi, preparatori atletici od accompagnatori.

Come ottenerne uno?

Per l’ottenimento del Visto per gare sportive in Italia, la Società ospitante dovrà chiedere al CONI per il tramite della Federazione Sportiva Nazionale, il rilascio di una «Dichiarazione Nominativa di Assenso all’attività sportiva» dilettantistica oppure agonistica e dovrà formulare anche una proposta di contratto di soggiorno utilizzando il modello SP. Tale procedura è descritta nella Circolare n.2024 del 19/06/2006 diramata dal CONI – Direzione Sport e Preparazione Olimpica.
Nella suddetta circolare è illustrata anche la procedura di competenza dello Sportello Unico per l’Immigrazione.
In attesa dell’attivazione dei collegamenti telematici necessari all’espletamento delle procedure descritte, si riportano le indicazioni relative all’iter procedurale eseguito da questo Sportello:

Attività sportiva agonistica di tecnici e atleti:

Previo ottenimento del Visto per gare sportive in Italia , la Società sportiva dovrà chiedere tramite fax al n.06 6729 4691, un appuntamento per la stipula del Contratto di Soggiorno (ex art. 5bis D. Lgs. 286/98) indicando anche un recapito fax e telefonico ai quali l’Ufficio possa rispondere.
Documentazione: 
Alla data di convocazione presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione, occorrerà che il Legale Rappresentante della Società sportiva e lo straniero beneficiario del visto per motivi di SPORT, producano la sotto elencata documentazione:
  1. Originale e fotocopia del documento d’identità del Legale Rappresentante;
  2. Originale e fotocopia di tutto il passaporto dello sportivo cittadino extracomunitario, prestando attenzione affinché sia ben leggibile la fotocopia del visto d’ingresso italiano e del timbro della frontiera attraversata;
  3. Un recente Certificato di iscrizione della Società alla Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura (C.C.I.A.A.) dal quale si possa evincere il nominativo del Legale Rappresentante;
  4. Fotocopia del modello SP inoltrato al CONI;
  5. Triplice copia del Contratto di Soggiorno mod.P (vedi allegato) già compilato seguendo quanto già dichiarato nel modello SP e solamente da sottoscrivere presso lo Sportello;
  6. Richiesta del certificato d’idoneità alloggiativa dell’alloggio presso il quale dimorerà lo sportivo;
  7. Un titolo idoneo a comprovare l’effettiva disponibilità dell’alloggio dello sportivo;
Qualora il Legale rappresentante della Società non possa recarsi di persona presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione, potrà delegare alla stipula del Contratto di Soggiorno una terza persona mediante procura speciale notarile, che conferisca, quindi, i poteri di rappresentanza della Società relativamente alla stipula del Contratto di Soggiorno in favore dello sportivo, specificando le generalità di quest’ultimo.

Attività sportiva dilettantistica di tecnici e atleti:

Le procedure di competenza dello Sportello Unico per l’Immigrazione, in merito alla richiesta del Permesso di Soggiorno per attività sportiva dilettantistica, sono descritte nella circolare del Ministero dell’Interno n.8 del 02/03/2007
Previo ottenimento del visto d’ingresso per motivi di SPORT, la Società sportiva dovrà chiedere tramite fax al n.06 6729 4691, un appuntamento per la richiesta del Permesso di Soggiorno qualora la permanenza dello sportivo in Italia superi i 90 giorni, indicando anche un recapito fax e telefonico ai quali l’Ufficio possa rispondere.
Documentazione:
Alla data di convocazione presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione, occorrerà che il Legale Rappresentante della Società sportiva e lo straniero beneficiario del visto per motivi di SPORT, producano la sotto elencata documentazione:
  1. Originale e fotocopia del documento d’identità del Legale Rappresentante;
  2. Originale e fotocopia di tutto il passaporto dello sportivo cittadino extracomunitario, prestando attenzione affinché sia ben leggibile la fotocopia del visto d’ingresso italiano e del timbro della frontiera attraversata;
  3. Fotocopia delle domande inoltrate alla Federazione Sportiva Nazionale e al Coni;
  4. Triplice copia della dichiarazione di soggiorno, già compilata e solamente da sottoscrivere presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione;
Terminata la procedura presso lo Sportello, lo sportivo dovrà reperire, presso un qualunque Ufficio Postale, il kit per la richiesta del Permesso di Soggiorno che dovrà poi spedire presso un Ufficio Postale abilitato unitamente a una marca da bollo da € 16,00 , copia della stessa documentazione prodotta allo Sportello Unico per l’Immigrazione e copia del Contratto di Soggiorno (per gli sportivi agonisti) o copia della dichiarazione di soggiorno (per gli sportivi dilettanti) precedentemente sottoscritti presso lo Sportello Unico per l’Immigrazione.
All’atto della spedizione del kit, l’Ufficio Postale notificherà una convocazione presso l’Ufficio Immigrazione della Questura affinché lo sportivo possa effettuare i rilievi foto dattiloscopici.
Leggi di più:

Tags

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comInstagram per ulteriori aggiornamenti ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

KM

Attraverso questo sito, vogliamo mantenervi aggiornati sul tema dell'immigrazione, della cittadinanza italiana e dell'integrazione degli stranieri all'interno della nostra società.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker