VARI ARGOMENTI

Querela ed esposto: Di che cosa si tratta e a cosa servono?

Querela ed esposto | In questo breve articolo andremo ad analizzare insieme di che cosa si tratta a cosa servono e che cosa prevede il codice penale.

La Querela ed esposto : Cosa è la Querela

La querela è prevista dagli artt.336 e 340 del Codice di Procedura Penale e riguarda i reati non perseguibili d’ufficio per i quali invece è prevista la denuncia.

Si tratta della dichiarazione con la quale la persona che ha subito il reato (o il suo legale rappresentante) esprime la volontà che si proceda per punire il colpevole.

Non sono previste regole particolari per il contenuto della querela; è necessario però che ci sia la descrizione del fatto-reato, e che risulti chiara la manifestazione di volontà del querelante che si proceda in ordine al fatto e se ne punisca il colpevole.

Nell’ elenco in basso si trovano le domande tipo che più frequentemente ci vengono poste dai cittadini.

Chi la può presentare?

La persona offesa o il suo avvocato

A chi rivolgersi?

In Italia: a un pubblico ministero o a un ufficiale di polizia giudiziaria
All’estero: a un agente consolare

Quali sono i termini per la presentazione?

  • Entro 3 mesi dal giorno in cui si ha notizia del fatto che costituisce il reato.
  • Entro 6 mesi per reati contro la libertà sessuale (violenza sessuale o atti sessuali con minorenne)

Come può essere presentata?

  • In forma orale, in questo caso il pubblico ufficiale scriverà un verbale
  • In forma scritta
  • Può essere recapitata anche tramite un incaricato o spedita per posta con raccomandata. In questi casi deve essere autenticata la firma. Anche per la raccomandata?
  • In caso di flagranza per i reati che prevedono l’arresto obbligatorio o facoltativo, può essere resa una dichiarazione orale ad un agente di polizia giudiziaria presente sul luogo.

Cosa deve contenere la querela?

  • La descrizione del fatto-reato con eventuali notizie circa l’autore e circa le prove
  • La chiara manifestazione di volontà del querelante perché il colpevole sia punito.
  • La sottoscrizione del querelante o del suo avvocato

Chi può richiedere la ricevuta di presentazione di querela?

Possono richiederla il querelante o il suo avvocato

E’ possibile ritirare la querela?

Il querelante o il suo avvocato possono ritirare (remissione) la querela precedentemente proposta, dandone notizia in forma orale o scritta all’autorità o all’ufficiale di polizia giudiziaria

La remissione di querela può avvenire anche in forma tacita, quando accadono fatti palesemente contrarialla volontà di persistere nella querela.

La querela proposta per alcune ipotesi di violenza sessuale o atti sessuali con minorenni è irrevocabile.

Attenzione: Perché la querela sia archiviata la remissione deve essere accettata dal querelato che, se innocente, potrebbe avere invece interesse a dimostrare, attraverso il processo, la sua completa estraneità al reato.

La Querela ed esposto : Che cos’è L’esposto?

L’esposto è l’atto di richiesta di intervento dell’Autorità di P.S. presentato in caso di dissidi privati da una o da entrambe le parti coinvolte.

Infatti la composizione dei privati dissidi rientra tra i compiti dell’Autorità di Pubblica Sicurezza che a richiesta delle parti, può intervenire per provvedere alla soluzione delle controversie.

Nell’ elenco in basso si trovano le domande tipo che frequentemente ci vengono poste dai cittadini.

A chi rivolgersi?

Negli uffici delle forze dell’ordine (questure, commissariati di P.S., Carabinieri).

Che cosa avviene dopo la richiesta d’intervento?

In seguito alla richiesta d’intervento, l’ufficiale di Pubblica Sicurezza provvede ad invitare le parti in ufficio per tentare la conciliazione e redigere un verbale.

Per realizzare la composizione delle parti coinvolte è necessario, oltre al raggiungimento di un accordo, che non vi siano reati perseguibili d’ufficio (per i quali l’ufficiale di Pubblica Sicurezza è obbligato a trasmettere notizia di reato all’autorità giudiziaria)

Dell l’incontro si prende nota negli atti d’ufficio e, se ritenuto necessario, si redige un verbale che viene firmato dalle parti e dall’ufficiale di P.S. e può essere prodotto in giudizio, avendo valore di scrittura privata riconosciuta.

Per i delitti perseguibili a querela della persona offesa è consentito richiedere da parte della stessa un preventivo componimento della vertenza; tale richiesta non pregiudica il successivo esercizio del diritto di querela.

Leggi di più: 

Fonte
Polizia di Stato
Tags

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comInstagram per ulteriori aggiornamenti ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

KM

Attraverso questo sito, vogliamo mantenervi aggiornati sul tema dell'immigrazione, della cittadinanza italiana e dell'integrazione degli stranieri all'interno della nostra società.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker