Attaulità e News

Esplosione nucleare in Russia : Si teme una nuova Chernobyl!

Esplosione nucleare in Russia, giovedi 8 agosto in una base russa sarebbe il risultato del test di un nuovo missile.

Uno scienziato dell’Istituto di ricerca di Sarov:

“Le cinque vittime lavoravano a mini-reattori atomici”. Greenpeace: “Picco di radiazioni”

L’agenzia meteorologica russa Rosgidromet fa sapere di aver registrato un livello di radiazioni gamma da quattro a 16 volte i livelli consueti nella città di Severodvinsk subito dopo l’esplosione verificatasi l’8 agosto durante un test missilistico nel poligono marittimo di Nyonoksa, nell’estremo nord della Russia.

Severodvinsk dista circa 40 chilometri dal poligono.

Secondo Rosgidromet, i livelli di radioattività erano superiori a quelli soliti in sei stazioni meteorologiche su otto e sono tornati nella norma dopo due ore e mezza.

Uno dei sensori avrebbe registrato un livello di 1,78 microsievert per ora, ben sopra la media ma largamente sotto i livelli di allarme.

Secondo Greenpeace, le radiazioni a Severodvinsk erano aumentate di 20 volte.

L’incidente ha attivato poi le intelligence, gli Stati Uniti hanno puntato i satelliti-spia e si sono messi al lavoro sul materiale a disposizione per capire quanto successo e la portata dell’incidente:

sembra che il disastro sia avvenuto su una piattaforma off-shore usata per la messa a punto di un propulsore nucleare per il nuovo missile da crociera atomico SSC-X-9 (Burevestnick)

I residenti del villaggio vicino all’installazione di Severodvinsk, teatro dell’incidente nucleare in Russia, secondo i media domani dovranno lasciare le loro case per due ore. Il governatore regionale, Igor Orlov, non parla però di una vera evacuazione ma di “una misura di routine”.

Intanto il Cremlino ammette l’incidente: “Ricordiamo gli eroi che perdono la vita”

Non è chiaro se siano state rilasciate sostanze pericolose a seguito dell’incidente.

Sembrerebbe tuttavia che la Russia abbia emesso un divieto di balneazione nella baia della Dvina (nel Mar Bianco) per un mese: un elemento che fa effettivamente ipotizzare il peggio.

Molti sono già i paragoni con il disastro di Chernobyl del 1986, sebbene probabilmente un precedente più attinente potrebbe rivelarsi l’affondamento del Kursk:

un sottomarino russo a propulsione nucleare che, nell’agosto del 2000, sprofondò a causa dell’esplosione di un siluro al suo interno o nelle proprie vicinanze.

L’incidente provocò centodiciotto morti e rappresentò un problema politico di non poco conto per Vladimir Putin, che era salito al potere solo pochi mesi prima.

La portata di questo inquietante incidente che riporta il mondo ai tempi della Guerra Fredda non è ancora stata del tutto chiarita:

alcuni giornali russi hanno parlato di un picco di radiazioni pari a 200 volte i livelli normali, mentre Greenpeace ha parlato di livelli 20 volte più alti registrati nella città di Severodvinsk, dopo avere analizzato dati interni del governo russo

Leggi anche:

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comInstagram per ulteriori aggiornamenti ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

Stranieriditalia

Siamo un gruppo di giovani di diverse nazionalità che credono che l'immigrazione sia un diritto per tutti. Crediamo che la terra sia comune a tutti e che chiunque abbia il diritto di vivere dove vuole.

Related Articles

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker