Turismo

Cordoba : 6 attrazioni turistiche da non perdersi assolutamente

Cordoba rispetto a una grande città come Siviglia, è ancora più andalusa: è possibile, tra un vicolo e l’altro, trovarsi nel cuore di incantevoli piazze circondate da case bianche e alberi di arance, o dinanzi a una imponente chiesa gotica, spuntata dal nulla, dietro a un patio fiorito. In questo articolo vi presentiamo le 6 attrazioni turistiche da non perdersi assolutamente quando si visita questa splendida città.

Cosa vedere assolutamente a Cordoba?

  • Mezquita:

La Moschea di Cordova comprende vari stili architettonici di nove secoli differenti. La moschea è situata in pieno centro storico. Essa rappresenta uno dei più begli esempi di arte mussulmana in Spagna.

Anzitutto fu l’emiro mussulmano Abderrahman I che ne ordinò la costruzione nell’anno 785 sui resti dell’antica chiesa visigota di San Vicente.

Successivamente la moschea fu progressivamente ampliata da Abderrahman III fece costruire un nuovo minareto mentre, nel 961, Alhaken II allargò la pianta dell’edificio e fu decorato il mihrab.

All’ultima ristrutturazione, portata a termine da Almanzor nel 987, si deve l’aspetto interno: un labirinto di colonne di grande bellezza, con doppia arcata e arco rialzato.

Inoltre nell’anno 1523, dopo la conquista cristiana, fu costruita al suo interno la cattedrale della quale spiccano la pala d’altare maggiore, la pala d’altare barocca e gli stalli del coro in legno di mogano.

Il mihrab è uno dei più importanti del mondo mussulmano e rappresenta il pezzo più nobile della moschea. La decorazione è in mosaico bizantino e marmi lavorati. Vi si accede dal Patio degli Aranci.

  • Alcazar de Los Reyos Cristianos:

É la struttura in cui venivano ricevuti i sovrani fedeli alla Chiesa.

Lo stile arabo dell’edificio, circondato da giardini immensi, abbelliti con grandi vasche in cui abbondano getti d’acqua ballerini, vi farà chiedere per come sia possibile che Cordoba si trovi nel continente europeo.

Il passato arabo di questo luogo riaffiora ad ogni angolo di strada, soprattutto nell’Alcazar De Los Reyes Cristianos, dove le stanze conservano ancora, grazie ai mosaici e agli ornamenti, la tipica atmosfera mediorientale.

  • La Juderia:

La Juderia è uno dei più importanti quartieri ebraici d’Europa. Qui si rifugiarono gli ebrei dopo le persecuzioni del XII secolo; questo quartiere in poco tempo divenne un grande centro culturale e spirituale.

Ancora oggi resta immutato lo splendore della Juderia fatta di stradine strette e attorcigliate che improvvisamente si aprono in piccole piazze pittoresche, mura bianche abbellite da fiori colorati.

Ciò che resta oggi del quartiere è frutto della ristrutturazione del ‘700 che conservò la forma originaria ma modificò i suoi edifici.

  • Ponte Romano:

Il Guadalquivir è l’unico fiume navigabile di tutta la Spagna e il suo nome, in lingua araba, significa “Fiume Grande“.

Al tempo dei romani, il Guadalquivir si poteva percorrere fino a Cordoba, dove fu eretto il ponte lungo 240 metri. La sua costruzione fu voluta da Augusto, e faceva parte della lunga strada che portava il suo nome.

Il ponte sul Guadalquivir è stato scenario di numerose battaglie, durante le quali la struttura originale è stata lentamente distrutta.

Le 16 arcate che sostenevano il ponte, però, sono presenti anche nella versione odierna. Nonostante il tempo, le battaglie e l’antichità del progetto, il ponte resta l’unica strada percorribile per

  • Torre Calahorra:

Venne costruita da Enrico II di Trastámara per difendersi dagli attacchi di suo fratello Pietro I il Crudele.

Si trova in quello che era in origine un castello arabo.La pianta è a croce latina, con tre bracci formati da torri quadrate unite da elementi a quarto di cilindro, coronate da merli.

All’interno è divisa in otto sale che ospitano il museo delle tre culture. Situata nelle vicinanze del ponte romano, è stata testimone di numerosi scontri. Sede del Museo Vivo di Al-Andalus, della Fondazione Paradigma Cordoba.

  • Medina Azahara:

A poco meno di 10 km dal centro storico di Cordoba, sorgono le imponenti rovine di Medina Azahara, la residenza califfale di Abd al-Rahmān III, figura centrale della dominazione islamica in Andalusia alla fine del X secolo.

Il califfo fece costruire il suo grandioso palazzo, nel cuore di una città di imponenti dimensioni.

I lavori archeologici stanno dando alla luce le rovine di un monumento davvero grandioso, e, per quanto sia ridotta la superficie visitabile della città, vale la pena visitare questo sito per comprendere la notevole importanza della cultura islamica per Cordoba.

Per trovare le migliori offerte riguardanti gli hotel di Cordoba o pacchetti completi per Cordoba o appartamenti in affitto a Cordoba visitate :

Leggi di più:

Tags

Seguici su Facebook– Stranieriditalia.comInstagram per ulteriori aggiornamenti ♥

stranieriditalia.com autorizza a copiare contenuto dei nostri articoli in tutto o in parte, a condizione che la fonte sia chiaramente indicata con un link direttamente all'articolo originale. In caso di mancato rispetto di questa condizione, qualsiasi copia dei nostri contenuti sarà considerata una violazione dei diritti di proprietà

KM

Attraverso questo sito, vogliamo mantenervi aggiornati sul tema dell'immigrazione, della cittadinanza italiana e dell'integrazione degli stranieri all'interno della nostra società.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker